Questo Sito si avvale di servizi esterni che utilizzano i cookies. Proseguendo la navigazione, accetti tali condizioni.
Puzzle Catania - Dizionario
Questo Dizionario, opera di Enzo De Cervo, è dal 2006 vittima dei più subdoli e spudorati plagi. Lo troverete infatti su svariati siti o blog, ingenuamente camuffato con aggiunte di pochi vocaboli o cambi di punteggiatura, ma si nota subito che si tratta di un copia-incolla dell'originale, sottratto direttamente dal sorgente pagina. Molti di questi 'incidenti' sono stati risolti e sono documentati.
L'unico Sito attualmente autorizzato alla pubblicazione integrale di questo Dizionario, detenendolo dal 2009, è quello di Mimmo Rapisarda, che ti invitiamo a visitare.
L'utilizzo di COPYSCAPE ha il solo scopo di indicare ai dubbiosi le pagine plagianti. Inserendo l'url di questa pagina nell'apposita area, verranno segnalate tali pagine, con le parti copiate ben evidenziate. Sorge sempre il dubbio di chi abbia per primo messo online il contenuto. A questo, ci pensa lo strumento WHOIS, che indica la data di creazione del sito o blog plagiante. Per tagliare la testa al toro, ricorrere alla cache di archivio pagine. Ad esempio, CACHEDPAGES.COM o similari, riesce a trovare a ritroso le pagine originali, anche delle vecchie versioni, comprovandone la leggittima paternità
INFO

 700 VOCABOLI SELEZIONATI...

abbambari

senso di bruciore, per scottatura, irritazione, ecc.

abbassamatu

imbalsamato, persona poco dinamica

abbrangicari

arrampicare

abbecu

ospizio

abbissari

aggiustare, sistemare

abbuffuniari

schernire, fare il verso, fare le boccacce

abbummatu

montato, che si dà arie o ha fumato roba...

abburìsciri

resuscitare (anche 'abbiviriscìri', 'abbiniriscìri'...)

abbuscicatu

sciupato fisicamente, appena svegliato

abbutari

socchiudere

abbuttatu

senso di pienezza di stomaco

abbuzzàri (si)

praticare il petting

accattari

comprare

acchettu

asola

acchianàri

salire

accia

sedano

accotolatu

accaldato, tiepido, febbricola sui 37°

accucchiari

raccogliere, collezionare, accumulare

accucciari

abbracciare

accutturatu

affetto da influenza, costipato

acitazzu

infiorescenza del trifoglio (una volta lo si mangiava per sfizio)

addàuru

alloro

addevu

neonato, bimbo da svezzare

addubbatu

sazio all'inverosimile

addugghiatu

che ha sapore e odore di rancido

addumari

accendere

addummisciutu

addormentato

addunarisi

accorgersi

adduppari

quando resta il boccone in gola...

affigghiatu

di misura precisa, quasi tendente allo scomodo

affruntàrisi

vergognarsi

affruntulinu/a

timido, timida

affudduni

di fretta, con irruenza

àiula

mormora (pesce)

agghicari

arrivare fino a...

aggilippari

enfasi di sensazione (per fame, freddo, caldo, ecc.)

aggiuccatu

accucciato

allaccaratu

flaccido, pendente

allattumatu

lento, che prende tutto con comodo

alliccasapuni

coltello da offesa (in effetti sarebbe il rasoio)

allicchittatu

vestito in modo elegante e appariscente

allinchiri

riempire

allippari

attaccare come il muschio

allisciari

levigare, accarezzare, fare moine

allitticatu

allettato, poltrone dormiglione

alluccari

scorgere, vedere in un colpo d'occhio (anche alluzzari)

alluciari

abbagliare (anche il blocco dello sviluppo della pianta)

allupacchiatu

intontito

amasannunca

vedi annunca

ammarrunari

portare qualcosa ad insuccesso, fare fiasco

ammuccalapuni

inerme, credulone

ammuccunari

abboccare, credere a qualsiasi storia o scusa

ammugghiari

avvolgere

ammuttari

spingere

ammuzzu/a muzzu

a come capita, a caso

ancagghiari

colpire (vedi anche 'ncagghiari)

anciova

acciuga (deriva dall'inglese 'anchoves')

angileddu 'i mari

pesce volante

annacari

dondolare, ma anche sbrigarsi

anniricari

rendere nero, piangere fino a quasi soffocare

annunca

altrimenti

annuvvari

accecare

antrasatta

improvvisamente

antùra

poco fa

antuttuna

di colpo, senza preavviso

anzittari

indovinare

appacchiumatu

imbambolato, sbalordito

appennarobbi

appendino per abiti, gruccia

appinnicatu

nella prima fase del sonno

a popò

sballare a carte, superare il massimo consentito

appuntapanni

spilla da balia

appuntiddari

appoggiare, puntellare

aranatu

melograno

arappatu

raggrinzito in superficie

arenga

aringa (deriva dal francese 'areng')

arìniu

origano

arraspari

grattare

arripuddutu

povero realizzato mal riuscito

arrisicari

rischiare, tentare

arrisuvvutu

deciso, serioso, che va dritto allo scopo

arrizzicanutu

rachitico, minuto

arrizzittari

mettere in ordine, rassicurare

arrizzittarisi

convincersi, rassegnarsi, farsi una ragione

arrusicari

rosicchiare

asimazzi

asso di bastoni (allude anche al membro maschile)

assantumari

farsi male in modo esagerato (vedere le stelle)

assuppa viddanu

pioggerellina (lett. inzuppa villano)

astrèi

cicale di mare

astruppiàri (si)

farsi male

a taci maci

senza dare nell'occhio

attarìzzi (sautari l')

spaventarsi di brutto (da itterizia)

attraccari

attraccare, buon esito di un corteggiamento

attrassi

importi dovuti, arretrati

attruppicari

inciampare

attruppiddari

attraversare (usato nell´Acese)

attruttari

ammaestrare, erudire prematuramente i bambini

attruzzari

sfiorare, appoggiare lievemente

azzaccagnari

dare una batosta, una lezione, lasciare il segno

azziccari

trafiggere, pungere, ma anche provocare

azzuccata

graziosa, ordinata, gradevole

azzulatu

bianco con bei riflessi bluastri (lo si praticava alle lenzuola)

babbacanàriu

costruttore di muri a crudo (muri divisori delle campagne)

babbasunazzu

semplicione

babbu

scemo

baccàgghiu (a)

parlare insinuando o alludendo (o in 'codice')

bafàcchia

donna sovrappeso (spesso, poco piacente)

baggiànu

narcisista

balataru

volta palatare

balicicò

basilico

banchina

marciapiede (lo sospettavate?)

baschiàtu

stravolto, vittima di percosse

bastaddu

cavolfiore, figlio di ignoti, fuori razza

bastadduni

fichidindia superstiti alla sfoltitura primaria (scuzzulatura)

beccaficu

polpetta di sarde farcite (anche baccaficu)

bilìci

valigia

bissaglieri

tipo di biscotto friabile ricoperto di glassa (vedi totò)

bomboloni

grosso bonbon di zucchero candito-soffiato

bonammuzza

buon'anima

bottebbì

disgrazia, incidente inaspettato

bozza

fiaschetta a collo strettissimo, tipica dei carrettieri

brasi

nome comune di persona: Biagio

bruccetta

forchetta

brunìa

barattolo in vetro con coperchio

brunzeddu

pennello tondo di media misura a manico corto

brùscia

pennellessa larga

buatta

concentrato di pomodoro (ma anche semplicemente 'scatola')

buffa

rana

buffetta

tavolo da pranzo (deriva dal francese 'buffet')

buddàcia

pesce simile ad una piccola perchia

buddillusu

casinaro, casinista

bullintinu

bolentino da pesca

bummuliari

lamentarsi sottovoce

bùmmulu

brocca in terracotta, bernoccolo

busecca

come una trippa alla parmigiana

buzzaccuni

persona grezza e goffa

cacariddusu

impaziente, petulante

caccarazza

gazza

cacòcciula

carciofo (anche per alludere ad un 'boss')

caddacìa

vedi camurria

caddozzu

nodo di salsiccia

cadduni

cardo (si usa per dare dell'ingenuo a qualcuno)

calacàusi

arachide salata. (Trad. abbassa pantaloni: pare causasse diarrea!)

calascinni

saliscendi (parola strana, visto che cala e scinni sono la stessa cosa!)

càlia

mix di tostati (ceci, semi di zucca, arachidi, ecc.), marinare la scuola

caliaturi

attrezzo per caldarroste, per tostare la calia, le arachidi, ecc.

callà

calce solida (era in pietra, da sciogliere in acqua)

camurrìa

qualsiasi cosa o persona: insistente, sgradita, petulante, ecc.

canigghiòla

forfora

cannarini

parte della gola (giugulari)

cannarozzu

esofago (la faringe viene invece detta cannarozzu fausu)

cannèddi

midollo delle ossa

cantaranu

comò

canziàri

scansare, evitare

cappàta

persona inutile, riparazione con cemento o gesso, impacco

capuliàtu

tritato

capuni

lampuga (pesce)

carànnulu

calandrella (è una piccola allodola)

caravigghiaru

negoziante che pratica prezzi alti

caricabbotti

gioco diffuso tra ragazzi (maschi)

carramattu

carro a 4 ruote (trainato dal cavallo)

carrettu

carro a 2 ruote (trasportabile a mano)

caruseddu

salvadanaio

casciòlu

cassetto

casèntulu

verme di giardino

cassina

sorta di veneziana esterna (con bacchette in legno)

catòiu

Vano aperto (sottostante le abitazioni rurali sopraelevate, tipo un garage...)

cattigghiari

solleticare

cazzalora

casseruola

cazzemmattòriu

cosa non gradita (cantilena, tiritera, oggetti in disordine o guasti, ecc.)

centupeddi

la parte più delicata della trippa (corumi)

cèusa

gelsi

chiaccu

cappio, molleta da bucato, accalappiacani

chianchèri

macellaio

chianozzu

pialla a mano

chiattidda

piattola

ciaccàtu

lesionato, crepato

cianchìnu

asimmetrico, fuori asse, che vira da un lato

ciàuru

odore, profumo

ciareddu

agnellino da latte

cìchira

tazzina da caffè

ciddiàri

gironzolare per svago (spesso per ... attraccare!)

cidduzza

il pisellino dei bambini

cìfiru

diavolo scatenato (deriva da Lucifero)

cimedda

canna da pesca in bambù o giunco

cimìnu

pallini dolci colorati per guarnire dolciumi

ciòcili

geloni

ciolla

pene, jolly delle carte

cirenga

cernia

ciriminnacchiu

minutaglia variopinta per guarnire dolci e biscotti

ciriminu

specie di piccolo gronco

citrignu

sodo, corposo, di sostanza

ciuciulena

semi di sesamo. Detta anche ciciulena.

ciurusu

à la coque

cocìna

calce

cola cola

coccinella

conca

brace posta in un vecchio recipiente metallico... per scaldarsi

coriggesù

Sacro Cuore di Gesù

corùmi

l'insieme delle frattaglie bovine, facenti parte della trippa

cosaruciàru

dolciere, pasticciere

cozzu

parte posteriore del collo, dorso del libro, ecc.

crastu

montone

craùnchiu

grosso foruncolo suppurato e purulento

cricca

cresta (ma anche clan)

cricchi 'i jaddu

malattia venerea (escrescenze sul glande)

crioli

nome comune di persona: Gregorio

criscenti

pasta lievitata, conservata per le successive produzioni

criu

attrezzo per la cernita

crozza

teschio

cucca

civetta

cucchittu

gancetti di chiusura, come quelli dei reggiseni

cùcchiu

gemello

cucciddatu

ciambella

cucuzza

zucca

cudduredda

dolce tipico di una volta

cufìnu

grande cesta per il trasporto del pane

cugnetta

contenitore per le acciughe salate

cularinu

prolasso anale o emorroidario

culazzàru

raccoglitore di cicche

culimònicu (comu un)

pulito alla perfezione (come il culo di un monaco)

culunnetta

comodino

cumacca

combriccola, comitiva

cumma

abbondante, esagerato, (es. bestia 'cca cumma; un piattu 'cca cumma)

cummanàggiu

companatico

cunzàri

condire, ma anche apparecchiare la tavola, rifare il letto...

cupicchiettu

cappuccio coprivalvola camera d'aria

cuppìnu

mestolo, culo in tono scherzoso

cuppittìnu

sacchetto o equivalente, con i confetti del festeggiato

currìa

cinghia, cintura in pelle o cuoio

cùrrula

carrucola

curuzzu

coccige

custurèri

sarto

cuticchiùni

sasso di medie dimensioni

cùtini

cotenna di maiale

cutturiari

insistere, disturbare senza sosta

cutulata

abbacchiatura

cutuliscia

sasso liscio di fiume o spiaggia

cuvecchia

piccola cesta in vimini

cuzzularu

tellinaro

dammùsu

soffitto

dannazza

per suscitare l'invidia, (es. 'Io ho le mutande di Barbie e tu no..!')

dipeddiri

lasciare andare alla rovina

dumanneri

mendicante, accattone

enna (o ienna)

nome comune di persona: Venera

facci di mùsicu

glabro, come i cantori adolescenti (fonte: Sandro Attanasio)

facciòla

colei che cambia atteggiamento in base al caso

faffagneddu

uccellino della famiglia delle allodole

fagghiu

privo (di denaro, idee, ecc.)

faieddu

moscardino (mollusco)

fallattutti

drittone, simpatico imbroglione

fammarrìriri

fammi ridere (un modo scherzoso per definire il denaro...)

farittedda

uomo sottomesso dalla moglie (Trad. piccola sottana o sottoveste)

filiàri

corteggiare

firi

vera nuziale

firrittinu

la piccola forcina per i capelli (la più grande si chiama firrettu)

fittulicchiusa

eccessivamente zelante

frastùca

pistacchio

frastunaca

radice commestibile simile al ravanello, carota, ecc.

friggidèri

frigorifero

frìnnula

estremamente sottile

friscalettu

zufolo in canna, simbolo del folklore siciliano

fritti

il D.D.T. o flit

friùni

frittella ripiena (buona con la ricotta)

frummentu amore

mais (anche 'frummentu r'amuri')

fuazza

focaccia

fucuni

piccolo barbecue di creta (detto anche cufuni)

fulìnia

ragnatela

fummaggiazzu

smegma, composto per pasturare

fumuraru

persona adibita alla raccolta del letame (fumeri)

funcia

proboscide, ma anche tenere il muso

funciu

fungo

futtirisìnni

fregarsene

gabbillota

inquilina (che paga la gabbella)

gileppu

sciroppo di zucchero, succo del gelso nero contro l'afta dei neonati

ginìsi

tipo di carbone ottimo per il barbecue

giniùsa

carismatica (che va a genio)

giseri

duroni di pollo (interiora)

giuìttu

scurissimo, nero fitto

gnegnu

ingegno, intelletto

gnòccula

il pisellino dei bimbi

gnutticari

piegare

jamma 'do menzu

gamba del centro (allude al membro)

iachinu

nome comune di persona: Gioiacchino

ianca

dente molare

iancata

schiaffo

ianu

nome comune di persona: Sebastiano

iarusa

che pratica la sodomia (ma anche 'donna carismatica')

iatta 'cco immu

copulare (trad. gatta con la gobba)

iauru

agro, aspro

iazzu

ganzo, amante, convivente

immirutu

gobbo, pieno di gobbe

inchiri

riempire

inchituri

recipiente usato per prendere l'acqua alla fontanella

itu rossu

alluce o pollice

lammitta

pochissimo, assaggino

lantinnara

prostituta (che aspettava i clienti sotto le lanterne...)

lapadderi

alabardiere (vedi il libro 'Parole di Sicilia' di Sandro Attanasio)

lapazza

grosso pezzo rettangolare in legno o muratura

lappusu

tannico, senso di gusto paragonabile ad un caco acerbo...

lària

brutta

larigghia

graticola (anche rarigghia)

larunchia

rana giovane

lasagnaturi

mattarello

latinu

in forma, ben cresciuto, conforme (anche un legno senza nodi)

lattera

trappola per topi (detta anche rattera)

lavanna

clistere

lavannara

lavandaia, donna sguaiata

lazzariari

ridurre a brandelli, rendere irriconoscibile

lingua pàssula

bavetta (formato di pasta che ricorda la lingua del passero)

linguedda

clitoride

lìnini

uova dei pidocchi

linzìri

orinare (anche lutàri )

lippu

muschio

livatina

parte della pasta lievitata (utile per successive lievitazioni)

luci

barbecue (vedi fucuni)

luci luci picuraru

lucciola

lumìa

limone

lupa

fame da lupo, insaziabile

lu to jaci

verso il tuo Nord

lùvuru

pagello (pesce)

maccagnuni

svogliato, colui che evita fatica e lavoro

maccu

purè di fave secche che si mangia per S.Giuseppe

maidda

vasca in legno per impastare la farina

mala cumpassa

brutta figura

malanova

cattiva notizia (come imprecazione o anatema)

mala virrina

individuo infido, malfidato, provocatore

malacunnutta

malvivente (Trad. cattiva condotta)

mammattrau

mostro immaginario anti-bimbi monelli (forse Mamma Drago..)

mandali

grembiule

mangiaciumi

prurito

manìcula

cazzuola

manzu

calmo, mansueto

matelicarìa

arroganza, sarcasmo

mbudda

foruncolo, eruzione cutanea

mbudda (aviri a)

sentirsi turbato, seccato, offeso

marabbeddu

una sorta di piccone

mascu

poco compatto

mattiddina

una sorta di picozza

mattruzza

mamma, la parte più tenera 'del sangeli', m'appoggia

màuru

squisita alga marina

mavara o mauara

strega, indovina, che pratica sortilegi

màzzara

pietra zavorrante (anche un tipo inutile)

mazzuneddu

gruzzoletto, cumuletto

mentituttu

una sorta di armadio credenza

menza cugnetta

persona di bassa statura (vedi cugnetta)

menzamai

non sia mai

meru

merlo

meusa

milza

miccera

salumeria di una volta

minata

masturbazione maschile

minchiozzu

perno per agganciarvi il 'succhiuru' (chiusura porte e finestre esterne)

miniminagghia

breve racconto in versi generalmente tragicomico

minnedda

tipo d'uva prelibata (per alludere alla 'pacchia')

minnitta

vendetta, punizione

minnulata

granita (di mandorle per eccellenza)

mpacciddera

colei che si intromette nelle cose altrui, curiosona

mpaiari

investire, inveire contro ma anche attaccare i cavalli al mezzo

mpallaccheri

fanfarone, mitomane

mpicari

appiccicare, perdere tempo, ritardare

mpitittari

entusiasmarsi o prendere gusto a qualcosa

mpracari

pestare una cacca (ma anche fare una scelta sbagliata)

mpracchiari

pasticciare, sporcare, inquinare

mprinari

ingravidare

mucchiaturi

fazzoletto da naso

muccu

avannotto, neonato di sarda, triglia pagello, ecc.

muddicuni

la parte più polposa (allusione ala vulva)

muddisi

che cede o si convince facilmente

muffittuni

manrovescio

muffulitta

dolcetto tipico di Caltagirone

mula

donna sterile

munacedda

castagnola (pesce)

munacheddu

piccola conca (vedi) che le vecchiette mettevano sotto le lunghe vesti...

munnalora

facile da sbucciare

munzignaru

bugiardo

muscaloru

ventaglio per soffiare sulla brace

mussiari

storcere la bocca in senso di disappunto o indisposizione

muttria

modo ironico per indicare il viso e/o i connotati

muzzica vìsuli

chi provoca di nascosto (trad. mordi mattonelle)

naca

culla

nasca

naso, zona nasale

ncaccari

pressare, pigiare

ncagghiari

impigliare

ncannizzari

disporre o sovrapporre in modo alternato (ad intreccio)

ncasiddari

far aderire perfettamente subentrando

ncastagnatu

molto cotto che forma una gradevole crosticina

nchiappata

inchiappettata (ma si usa in senso bonario)

nciumari

imbastire

nciumatu

individuo lento, comodista

ncapizzatu

ben fissato ai lembi (es. le lenzuola al materasso)

ncucchiari

unire, ma anche raccontare frottole o essere incomprensibile

ncudduriari

attorcigliare, acchiocciolare

ncupunatu

ben protetto da indumenti pesanti, copricapo e sciarpa

ncuttu

continuo, insistente, tenace

netta

senza grassi o parti da scartare

nfamiu

accorto, prudente, infido, subdolo, furbo

nfamuni

persona infame

nfuluniatu (o nfuliniatu)

contrariato, infuriato

nfutu

folto

ngaffu

bottoncino automatico con chiusura a pressione

ngili

gengive

nginagghia

inguine interno

niciulu

gracile

nnacatella

altalena

nnicchinnacchi

biscottini frollini a forma di lettere o animali...

nnocca

fiocco

nsistu

accanito, ripetitivo

nsuaratu

atrofizzato, formicolizzante, insensibile

nsuppìlu

lentamente, con agonia e/o sofferenza (trad. supplizio)

ntintàu/a

chi fa una cosa per il proprio tornaconto

ntogna

lenza madre, alla quale si legano i braccioli (lazzoli)

ntricalora

impicciona

ntricciata

mista (es. la carne con parti grasse)

ntrichiti micciu

impiccione petulante

ntrinzica

in gran confidenza, legatissima, correlata

ntrippari

aderire con entusiasmo ad una proposta

ntrizzari

intrecciare

ntrummari

inserire all'imboccatura, unire 2 tubi a prolunga

ntuppari

tappare

nuzzu (a)

tacchino

nuzzinteddu

poverino, sfortunato, innocente, vittima

nzalaniri

confondersi, disorientarsi

nzavanatu

alla meglio, scarsamente curato o rifinito

nzichitanza

continuamente, ininterrottamente

nzinzula

tentacolo lungo di seppia o calamaro

nzittari

colpire, andare a segno

nzivatu

unto

nzuppilu

lentamente, angosciosamente (anche nsuppilu)

oggellannu

un anno fa come oggi...

opa

boga (pesce)

oriu

orzo

ossu ruci (aviri l')

effeminato, di sesso incerto (fonte: Sandro Attanasio)

ovva

la parte più larga del sanguinaccio di maiale, cieca

ovvaficu

colpire a caso, senza guardare

ovvu canàriu

chi commette sviste o le simula

pacchiu

vedi sticchiu

paffia

vedi sticchiu

pagghiolu

individuo che svolge azioni puerili per la sua età

pammata

schiaffo, ma anche un gioco (vedi puspire)

pannizzu

assorbente intimo in stoffa di altri tempi

papuzza

parassita delle fave secche

parruscianu

cliente

passannarumani

dopodomani

pàssula

uva sultanina

patedda

mollusco di mare aderente agli scogli, rotula

patoffu

ingenuo, minchione

pattaturi

mannaia da macellaio

peppennappa

Peppe Nappa (maschera siciliana simile a Pulcinella)

pettrapìgghiula

sarebbe 'pietra prendila'. Gioco infantile, che si praticava con 5 sassi...

pettrapila

piano inclinato strofinatoio della 'pila' (vasca in pietra per il bucato)

picciatu

bucato, trapassato (bucatini)

picciu (ittari u)

augurare che una cosa non vada a buon fine, che si guasti, ecc.

pìchira

pesce razza

picuniari

picchettare, togliere col piccone

piddirinu o pillirinu

pellegrino, vestito con abiti consunti

piddu

bacca-infiorescenza del giunco

pidduzzuni

malattia del pollame

pignata

pentola

pillirinu

pellegrino (anche piddirinu )

pinnicuneddu

pisolino, pennichella

pinnulari

ciglia

pipìta

la sporgenza della pellicina delle unghie

pipituni

upupa, succhiotto in garza imbevuto in acqua zuccherata

piricocu

albicocca

piricuddu

peduncolo del frutto (che attacca alla pianta)

pirimenti

fondamenta

piritozzulu

si dice per indicare un nonnulla

piritu

scorreggia

piscipàinu

pregiato legno oleoso (non plus ultra per esterni)

piscirou

involto fritto di uova sbattute con formaggio, pangrattato, ecc.

pisòlu

gradino d'accesso all'uscio, piccolo sedile in muratura o pietra

pistammutta

mosto non fermentato (appena pestato)

pittrera

sassaiola praticata tra ragazzi quando non esisteva la PlayStation

pittriaturi

scalpellino, spaccapietre

pizzata

la si dava al tuppetturu (vedi) avversario, lanciandovi contro il proprio..!

pizzirè

donzella (pesce)

pizzottu

la parte del tallone della scarpa

pizzuluni

pizzicotto

ponchiolinu

ragazzino sovrappeso

prena

gravida

pricchiu

avaro, tirato

priinchìri

sobillare, istruire a scopo malevolo

pruvulazzu

polvere, pulviscolo

pruvuligghia

talco (usato anche per indicare un'illusione)

pùddira

piccola farfalla (per tradizione, non va uccisa, eh?)

puddisinu

prezzemolo

pusparera

scatola di fiammiferi

pùspira

figurina tipo Panini e similari

quagghiatu

coagulato, cagliato

quagghiarasilla

andare all´altro mondo

quagghiu

caglio animale

ranca o ranga

tentacolo dei molluschi

rannuliata

grandinata

rappareddu

piccolo uccellino (Si apostrofa così una persona gracile e minuta...)

rasta

vaso con terra per piantarvi le piante

rattalora

grattugia

raugghiusu

che ha sempre da ridire, che non gli va bene nulla

resca

spina del pesce, lisca

ricaccarisi

abiurare, pentirsi, cambiare decisione o opinione

rinali

vaso da notte in zinco smaltato bianco, col bordo blu...

riolu

orzaiolo, calazio

risinu

rugiada, nebbiolina

risìu

angioma (voglia)

rispettiva

praticare o ricevere sconti o trattamenti di favore

ron suca simmula

denutrito, inappetente (Don Succhia Semola)

runcu

gronco (pesce)

ruppu

nodo

ruvetti

rovi

saìmi

strutto, sugna

salamarigghiu

intingolo, salmoriglio, condimento

salifiziu

insetto multipiedi dal morso irritante

santa mariesu

Santa Maria di Gesù

sàuru

sugarello (pesce)

sàusa

testa del tonno trattata con sale...

sàutu (fari u)

truffare sul prezzo, sul resto, sul peso, ecc.

sbaddu (aviri u)

avere voglia di scherzare, tempo da perdere

sbeggiu (o sveggiu)

noce pesca

sbiddicari

scoprire con suspence (le carte al poker, ecc.)

sbrugghiatu

in stato di erezione

sbuddari

portare a buon fine una pulizia, completare una buona crescita

sbugghiari

sconfezionare, aprire un pacco

scacciapittrali

schiacciasassi

scafariatu

semi marcio, percolante, sudaticcio

scafazzari

schiacciare, pestare

scafuniari

rovistare (es. I bimbi si scafuniano il naso..!)

scagghiuni

dente canino

scannaliari

mettere all'erta, farsi scoprire (anche scandalizzare)

scantu

spavento

scanzatini o scansatini

la sorte ce ne liberi

scattigghiu

essere in vena di scherzare o suscitare ilarità

scavularocculi

colui che vive di espedienti, traffichino

scavuzzellu

furbetto, prevaricatore

schigghi

urla, grida

schitìcchiu

spuntino

schiticchiusa

chic, piacevole, ben fatta

sciancateddu

tipico gioco tra bimbi

sciaùni

finto tonto

scicari

strappare, lacerare

scicchignu

superdotato

sciddicari

scivolare

sciusa

rotta, fuori uso (si usa nell'Acese)

scòppula

scappellotto

scoppularicchi

minutaglia di calamari e similari

schucchiari

smembrare, dividere in 2 parti

schucchiariatu

ipocondriaco, colui che teme le punture, i prelievi, ecc.

scudduriari

districare

scugghiu

misogino, sterile, insensibile alle tentazioni sessuali

scumazza

schiuma

scunchiurutu

sconclusionato

scuncettu

vomito

scuncicari

molestare, disturbare

scuppulatura

prepuzio

scupitta

spazzola (si usa anche per alludere al pube femminile)

sdunatu

che ha perso il senso della ragione o memoria

sdurubbari

demolire, abbattere

senzia

nome comune di persona: Innocenza

sfichitiarisi

rodersi il fegato, stremarsi

sgangulatu

sdentato (anche parzialmente)

sgavitari

risparmiare

sgraccu

espettorato catarrale

sgrusciu

rumore

sguazzari

sciacquare

sguazzari a buttigghia

per alludere alla masturbazione maschile

siggiaru

riparatore di sedie

signa

scimmia

sinzali

agente immobiliare di una volta

smammari

svezzare, togliere il latte materno, ma anche andarsene

sminchiari

danneggiare, rovinare un oggetto o situazione

sminnittiari

lacerare, sbrindellare

sonnu

sonno (anche la tempia)

soru

sorella (anche fermo, quieto, immobile)

spacchìamentu

darsi delle arie, ostentare, atteggiarsi, vantarsi, ecc.

spacchiusu

in gamba, ma anche sofisticato

spacinnatu

colui che non ha nulla da fare

spasulatu

perennemente sprovvisto, nullatenente, poco assortito

sparattrappi

cerotto in rotolo

sparagnari

risparmiare

sparrittera

donna che sparla di tutto e tutti

spèccia (ci, mi)

dedicarsi a qualcosa di poco utile o fuori luogo

spettu

furbo, in gamba, colui che se la cava

spicciari/si

sbrigare (es. espletare una pratica, disbrigare), sbrigarsi

spiddu

spettro, fantasma (N.B. le 2 d, si pronunciano come in Italiano)

spimmula

spillo

spina caccagnusa

fastidiosa infiammazione retro-plantare

spinalora

sponderuola (sottile pialletto usato per le porte...)

spitittatu

senza intenzioni o volontà, abulico

spottru

leccia (pesce)

spunticari

rosicchiare, specialmente fuori pasto

spunticuneddu

spuntino

spurugghiaturi

pettine a denti larghi

stagghiata

lavorare fino al completamento della mole pattuita

stagghiatu

sangue che ha cessato di defluire da un taglio

stagnataru

idraulico

sterica pacchiusa

crisi isterica violenta di ninfomania

sticchiu

vagina

stinnicchiatu

disteso, ben rilassato (spesso... anche morto!)

stinnicchiu

voglia di far nulla, stanchezza apatica

stiricallonga

chewing-gum (trad. stira, che allunga!)

strabbuniari

vivere in decenti condizioni economiche

stracanacchiu

dispetto

strafallaria

donna malvagia di cattive maniere

strammari

disordinare, sconvolgere, peggiorare condotta o situazioni

strammatu

fuori posto, disordinato, ma anche un poco di buono

stranizzatu

meravigliato

straviddicatu

scomposto negli abiti, dismesso

struneddu

storno (anche persona poco matura)

struppuni

oggetto corposo, di notevoli dimensioni (allude al membro maschile)

stuccari

piegare, svoltare, girare

sucalora

biberon

succusà

casomai, eventualmente

sudda

erba con fiori fucsia apprezzata dagli animali. Dà un miele lassativo

suffariddusu

impaziente, zelante

suggi mattognu

ratto

surra

la parte del ventre del pesce spada

suvvietta

salvietta, tovagliolo

tabbutu

cassa da morto

taccuni

rombo (pesce)

taddarita

pipistrello. E' chiamato così anche il papillon..!

taddi di cucuzza

tenerume di zucca lunga liscia

tafanariu

salvadanaio (ma anche il culo..!)

tapallira

Fontana in Piazza Cavour alla Dea Cerere (confusa con Pallade)

tappina

pantofola, babbuccia

tappinara

donna di facili costumi (anche aggettivo scherzoso)

tattiari

defecare

teddu

nome comune di persona: vezzeggiativo di Placido

tigna

calvizie totale (o parziale)

tignusu

calvo, pelato

tinghitè (a)

ad oltranza

tinta

cattiva (si può riferire anche ad una persona)

tiraciatu

lucertolone scuro

tiranti

bretelle

totò

biscotto friabile ricoperto di glassa tipico della Festa dei Morti

tracchiggiu

marchingegno

trantuliari

tremare, battere i denti per il freddo

triaca

fagioli

triacusu

malandrino

tri oru tri oru

gioco delle 3 carte, azione truffaldina

trippari

danzare, ballare in modo grottesco

triulu

piagnisteo struggente, deprimente e noioso

troccula

trottola

trubbigghia

patta, apertura sul davanti dei pantaloni

trubbulu

torbido, non limpido, poco chiaro

trunzu

torsolo di cavolo, carciofo et similia

tummari

immergersi (anche trangugiare)

tumpulata

schiaffone

tunnaru

tornitore del legno

tunneri

tornitore dei metalli

tuppetturu

trottola in legno che si lanciava avvolgendola con la 'lazzata'

tuppu

capelli raccolti a crocchia

tuppuliari

bussare

uallandu

Orlando il paladino (indica chi ostenta atteggiamenti minacciosi)

uccalamma

epigastrio, cardias (trad. bocca dell'anima)

ucca di vureddu

vedi ucchevureddu

ucchevureddu

colui che spiffera, che non sa mantenere un segreto

ùcciola

ulcera gastrica o duodenale

ùccula

anello circolare (Fig. Orecchino o similare)

umicarìi

azioni vomitevoli, scandalose

umichiari

assumere il cibo con ripugnanza

ummira

ombra

ummirecucca (ummira 'i cucca)

Ombra di civetta, jettatore

unni unnau

pozzanghera (Trad. dove inondò)

usciularu

sottomento, pappagoggia

ussìca

vescica

uttru

utero

utu

gomito

uzza

borsa

vaccareddu

lumachina (o attrezzo usato per facciate esterne a grana grossa)

vaddacuveni

posizione erotica (che ricorda l'accoppiamento delle pecore...)

vagghiaddu

gagliardo

vamparigghia

falò

vampugghia

trucioli di legno

vapotta

persona indecente poco affidabile

varagghiu

sbadiglio

vastaseddu

attrezzo artigianale in legno per reggere il pezzo d tagliare

vastasu

ineducato, volgare, osceno, irriverente

vastedda

pagnotta di pane, di almeno un chilo

vavaiolu

bavetta

vavusu

bavoso

vavvarottu

mento

venaddiri

ossia, cioè, sarebbe a dire

viddicu

ombelico

vinnigna

vendemmia

vintruzzi

polpastrelli interni

virrina

succhiello (attrezzo per praticare buchi)

viscottu 'da monica

squisito biscotto ad 'esse' brevettato a Catania

visula

mattonella, piastrella da pavimento

vocanzicula

l'altanena (anche voculanzicula)

vocanzita

movimento dell'altanena

vossìa

vossignoria (lo si dava agli anziani ed anche ai genitori!)

zammara

sisal, usata per impagliare le sedie

zampalè

zanzara

zammuliata

quantità indefinibile, ingente o considerevole

zappeddu

paratia (separatore dei canali irriganti le campagne coltivate)

zazza

debito

zazzamita

geco

zicca zicca

gioco infantile con le catenelle o nocciole

zippula

piccola, di poco conto (vocabolo usato nel Trapanese)

zirena

la parte più tenera della corume (intestino)

zittiti

ciucciotto (da 'zittisci')

zuzzu

gelatina composta da parti di suino

zzimmu

caos di sporcizia e/o disordine

zzimmuru

montone
Puzzle- Catania & Dintorni
© 2005, 2018 by Enzo De Cervo